Che io possa vincere! 
di Davide Pravettoni
Cos'è Special Olympics? Freddamente si può dire che è un programma internazionale di allenamento sportivo e competizioni atletiche per persone con disabilità intellettiva che coinvolge 170 paesi in tutto il mondo. Ma Special Olympics è molto di più. Special Olimpics è un movimento nato dal cuore di una persona fantastica, direttamente toccata dal problema, Eunice Kennedy Shriver, che aveva intuito i benefici che l'attività motoria poteva portare alle persone con disabilità intellettiva non solo dal punto di vista fisico, ma anche di consapevolezza, indipendenza e socialità. Eunice è riuscita a creare una rete di atleti, genitori, allenatori e volontari che insieme agiscono e gioiscono dei successi, si commuovono quando si vince una medaglia, si divertono nelle attese prima delle competizioni e durante i momenti ricreativi…
 
Special Olympics colpisce direttamente al cuore, intacca anche gli animi meno sensibilie quando ne vieni coinvolto, non riesci più a staccarti. L'emozione che mi prende quando sono con gli atleti speciali è qualcosa di unico, che non muta mai nemmeno dopo vent'anni di presenza attiva nel movimento come giudice, allenatore, tecnico nazionale… e si rinnova ogni anno con una costante, continua e sempre nuova emozione.
 
“Che io possa vincere e se non ci riuscissi che io possa tentare con tutte le mie forze” è il giuramento dell'atleta. Ma che dire del motto dei volontari: “se uno sogna da solo è solo un sogno, se molti sognano insieme è l'inizio di una nuova realtà”.
 
Patrizia Bottaro
Coordinatore Tecnico Nazionale
Sport advisor SOEE presso Special Olympic
 
Per saperne di più:
Special Olympics Italia Onlus

You may also like

Back to Top